Enrico Di Nardo

Enrico Di Nardo
Italy

Lifting ground shadows, 2015
Bitume 2015, Call for Artists

Text by Alessia Venditti

Il Fucino era un sistema lacustre carsico, il terzo lago d’Italia prima di essere prosciugato circa cent’anni fa. Dalla bonifica è nato un spazio percorribile, fruibile, sul quale deambulare in una condizione antropica creata dall’artificio umano, lontana dalla tipizzazione originaria del luogo stesso.
Tuttavia, qualcosa del mistero che avvolge questo luogo manomesso nella sua natura, sembra aleggiare nell’oscurità delle notti che l’avvolgono. Dettagli di luce fioca ed essenziale e paesaggi di cristallo sono come congelati in un tutt’uno senza tempo. Nelle immagini di Enrico Di Nardo, i volti si restringono, si perdono del buio; l’espediente della luce incarna pienamente l’intenzione di modificare la natura nella sua struttura, con la sua flora e la sua fauna, anche umana. L’uomo tenta di addomesticare il paesaggio, ma questo restituisce pulsioni altre, quasi aliene, certamente misteriose.
Il tentativo, vincente, è di dar forma all’assenza attraverso l’uso sapiente e raffinato della luce che si fonde con l’oscurità, scrigno di impercettibili attese.

The Fucino was a karst lake system and the third largest lake in Italy before it dried up around a hundred years ago. Through the clean-up of the site a viable, useable space was born which offered the opportunity to walk around a manmade space created by human artifice. That said, something mysterious surrounds the place that seems cursed by nature, details from the dim, essential light and the crystal landscapes seem as if frozen into something timeless. In Enrico Di Nardo’s images, the faces become narrower, becoming lost in the dark. The sleight of hand on the part of the light fully embodies the intent to modify the structure of nature with its flora, fauna and even humans.

enrico-di-nardo-08

enrico-di-nardo-07

enrico-di-nardo-01

enrico-di-nardo-06

enrico-di-nardo-09

enrico-di-nardo-10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *